Avvenimenti passati

AVVENIMENTI PASSATI

Presentazione della mostra fotografica e documentaria

“Milano ieri e oggi: dal Portello a Villapizzone”

Istituto Palazzolo-Fondazione don Gnocchi

________________________________________

Intervista a Paolo Tempo (Il Mirino)

________________________________________

Presentazione del progetto

RACCONTIAMO IL TERRITORIO

(Il Mirino, Luglio-Agosto 2010)

Da sx a dx: Nicola D’Alema – Antonio Palazzo – Claudio Consolini – Andrea Mascaretti – Antonio Palma Barbalinardo – Paolo Tempo – Vito Santo Pietroforte (Il Mirino, Luglio-Agosto 2009)

________________________________________

Presentazione del libro di Antonio Barbalinardo

DA CROCE VERDE MUSOCCO
… A CROCE VERDE SEMPIONE
100 ANNI DI STORIA
100 ANNI DI IMMAGINI

Istituto Palazzolo-Fondazione don Gnocchi

________________________________________

Presentazione del libro di Antonio Barbalinardo

Da Anic di Pisticci…
a EniServizi di San Donato Milanese
La mia centrale venticinque anni di attività

Istituto Palazzolo-Fondazione don Gnocchi

________________________________________

________________________________________

“POESIA CHE MI GUARDI”

Abbazia di Chiaravalle

________________________________________

________________________________________

Questo Coro della Chiesa Ortodossa del Patriarcato di Mosca della Parrocchia di Sant’Ambrogio è un coro a cappella. Il canto “a cappella” trae le sue origini dalla prassi esecutiva del canto gregoriano la quale, non prevedendo l’ausilio dell’organo né di alcun altro strumento, era quindi praticata dalle sole voci dei monaci o dei chierici che costituivano il gruppo di cantori, chiamato schola cantorum.
Alla schola cantorum veniva affidato il ruolo di guida dell’assemblea, per tale ragione i cantori spesso scendevano dal presbiterio e si ponevano a cantare in una cappella laterale della chiesa, da qui l’origine del nome. I canti sono eseguiti con le voci virtuose dei coristi, che hanno la capacità straordinaria di donare un’intensità espressiva e una partecipazione emotiva che colpisce.
Ascolteremo Canti liturgici e la loro sacra rappresentazione punta alla suggestione, all’evocazione.
Questo Coro, composto sa Elena, Valentino e Tatiana si distingue per l’originalità della timbrica e per la qualità performativa di un universo sonoro intimamente radicato nella spiritualità del territorio d’origine.
I componenti del coro sono tutti bravi capaci di rispettare la staticità, per così dire ontologica, di questo evento, lasciandolo tuttavia respirare mediante scarni ma ben calcolati gesti coreutici.

________________________________________

Anna Rondina

Dopo gli studi pianistici ha intrapreso lo studio dell’arpa presso il Conservatorio G. Verdi di Milano sotto la guida della Prof.ssa Giuliana Albisetti diplomandosi nel 1992, seguendo poi con la stessa i corsi di alto perfezionamento musicale a Oropa e a Desenzano del Garda.
Vincitrice del Primo Concorso Arpistico Nazionale di Savigliano. Svolge attività artistica collaborando con diverse formazioni cameristiche tra cui l’Ensemble vocale rinascimentale Il Bell’Umore e l’Harundo Ensemble con il quale ha recentemente effettuato un’incisione discografica.
Nel campo della didattica ha aperto la classe di arpa presso il Liceo Musicale Bellini di Tradate. Ha diretto diversi laboratori di propedeutica musicale per i bambini delle scuole dell’infanzia e delle scuole primarie.

________________________________________

Da “Vecc ma bôn” del Luglio 2007

________________________________________

 

Presentazione del libro di Antonio Barbalinardo

DAL SUD… AL NORD
30 anni a Milano, 25 anni di volontariato
sociale, civile e culturale

Istituto Palazzolo-Fondazione don Gnocchi

________________________________________

Da “Vecc ma bôn” del Marzo 2006

________________________________________

Da “Vecc ma bôn” dell’Agosto 2004

________________________________________

Da “Vecc ma bôn” del Luglio 2004

________________________________________

Da “Vecc ma bôn” dell’Aprile 2004

________________________________________

10° ANNIVERSARIO DELL’ASSOCIAZIONE “AMICI DI DON PALAZZOLO”

Da “Il Giorno” del 01/02/94